Nuova classificazione dei rifiuti - 1° giugno 2015

Data di pubblicazione: 01 Luglio 2015

Rifiuti, si cambia. E’ infatti stato approvato il nuovo elenco europeo dei rifiuti e il regolamento che riscrive le caratteristiche di pericolo degli stessi.

Le nuove disposizioni dei due provvedimenti dell’Unione Europea sono entrati in vigore il 1° giugno 2015. La nuova estione dei rifiuti deve avvenire secondo quanto disposto dalla Decisione 2014/955/UE che ha modificato l’elenco europeo dei rifiuti e introdotto nuovi codici nonché del Regolamento 2014/1357/UE che ha ridefinito le caratteristiche di pericolo dei rifiuti pericolosi.

 

I nuovi criteri per l’attribuzione delle caratteristiche di pericolo e per l’individuazione dei rifiuti pericolosi comportano la necessità di verificare se l’applicazione delle nuove regole conduce a:

• una diversa classificazione dei rifiuti prodotti dalle imprese e dagli enti;
• una differente attribuzione delle caratteristiche di pericolo ai rifiuti classificati come pericolosi.

In presenza di registrazioni di carico effettuate secondo la vecchia codifica e non ancora movimentate, ovvero parzialmente movimentate, è necessario procedere alla compilazione di registrazioni cronologiche di scarico per azzerare le quantità residue e, contestualmente, provvedere alla compilazione di nuove  registrazioni cronologiche di carico per registrare le medesime quantità secondo i nuovi criteri di
classificazione.

Ultime Notizie

call me
Cerchi un consulente professionale per velocizzare le tue certificazioni aziendali? Telefonaci: 0163.806024

Certificati e Partners

Confederazione Artigianato e PMISistema di Gestione Qualità CertificatoArs Edizioni Informatichelogo4_supporti.jpg

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per garantirne il corretto funzionamento e per fornirti un servizio migliore. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui: Cookie Policy.